La scelta del tavolo da abbinare ad un paniere, ma anche ad una sedia, è un momento molto importante per un feederista. Il tavolo è l'amico fidato che ci sostiene.

Cazzate a parte, è proprio vero che il tavole è un componente dell'attrezzatura, e non un accessorio, con il quale lavoriamo in "simbiosi" per tutto il tempo in cui siamo in pesca.

Sul tavolo poggiamo di tutto: dalla minuteria alle esche, dal cellulare alla bottiglia di birra. Deve essere robusto, per sostenere diversi kilogrammi di peso, ma deve anche essere leggero per essere trasportato e montato con facilità.

Chi è nuovo della pesca a feeder sottovaluta la scelta del tavolo, con il rischio (più che plausibile) che si verifichino due sciagure (e fidatevi, accadono!):

·         stare scomodi durante l'azione di pesca

·         spendere soldi inutilmente

Se in questo momento il vostro tavolo non riesce a contenere tutte le esche, si muove pericolosamente oppure non riuscite a posizionarlo nel modo corretto con conseguente mal di schiena a fine pescata, avete un tavolo di merda!

Ovviamente non è colpa vostra se vi ritrovate con un tavolo inutile e dannoso, ma di chi vi ha consigliato o di chi vi segue nell'apprendimento della pesca (spero abbiate un vostro mentore).

Lì fuori è pieno di sapientoni che la domenica mattina passeggiano lungo la sponda e intercettano i novellini con i quali vantarsi "io faccio gare dal '93". Sono dispensatori di verità insindacabili. E' una sorta di sport nello sport.

Pescano, ma preferiscono convince delle loro scelte (spesso senza logica oppure con logiche perverse) gli ignari pescatori che hanno deciso di iniziare a pescare.

Hanno questa capacità innata di scovare il novellino e poi, zac!

Come un'aquila si buttano sul malcapitato, il quale non vede l'ora di sfuggire alle grinfie del "predatore". La classica situazione in cui pensi: "ma quando se ne va dalle palle questo qui, che ero venuto per rilassarmi e invece devo subirmi i suoi spiegoni e i suoi trascorsi sportivi?"

Ma ci sono anche i feederisti autolesionisti, che si danno la zappa sui piedi acquistando attrezzatura sui mercatini, attratti solo dal prezzo. Se non siete già ad un livello avanzato, in grado di riconoscere le potenzialità di un acquisto di seconda mano, non fate altro che accollarvi (non sempre a minor prezzo) l'errore commesso da un altro feederista prima di voi, che ha capito e vuole capitalizzare su di voi. A poco prezzo, è vero, ma rimane pur sempre l'acquisto di un errore.

In molti credono che acquistare sui mercatini sia più conveniente che in un negozio. Pensano che in negozio ci sia il "negoziante cattivo" che vuole solo i vostri soldi mentre nel mercatino c'è solo "brava gente" che regala attrezzatura nuova al decimo del prezzo di mercato.

Certo! I mercatini sono il luogo perfetto dove si raduno i sammaritani in attesa di fare del bene, mentre il negoziante che batte scontrino e offre garanzie è un bastardo che lucra sulla vostra passione.

I prodotti di seconda mano andrebbero acquistati come si acquistano le macchine usate.

Avete presente quando si acquista una macchina di seconda mano?

Cosa si fa, di solito, prima di concludere l'affare? Ve lo dico io: si fa controllare la macchina dal vostro meccanico di fiducia, per evitare di prendere un' incu....fregatura.

Per l'acquisto di attrezzatura da pesca di seconda mano andrebbe usata la stessa logica. Nonostante il luogo comune del negoziante cattivo, noi ci teniamo alla vostra soddisfazione perché non viviamo di una sola vendita, ma aspiriamo a farvi pescare per molti anni. E solo soddisfando ogni vostra esigenza e facendolo con un servizio impeccabile possiamo sperare in questo.

Per questo motivo ho scritto questo articolo perché voglio esservi utile rivelandovi due degli errori principali che si commettono quando si acquista un tavolo laterale. Ed è gratis, e lo è anche per chi non è mio cliente. Vendo tavoli dal 2010 e sono certo che la mia esperienza possa essere veramente un vantaggio per voi. Ok? State bene attenti.

L'errore più comune dei giovani (nel senso che hanno iniziato da poco) feederisti è sottovalutare lo spazio indispensabile a contenere le bait-box e tutti gli accessori. In tanti pensano che con un piccolo tavolo si possa pescare comodamente, ma si sbagliano. Dopo qualche mese, anche il vostro piccolo piccolo tavolino finisce senza indugi sul mercatino: "vendo tavolo come nuovo, usato un paio di volte, per passaggio a modello più grande". Un classico!

Sono spese extra e sbattimenti vari (avete mai venduto qualcosa sui mercatini? Sapete che gente brutta gente gira lì?) che ci possiamo evitare acquistando direttamente un tavolo grande. Lo so, inizialmente il budget a disposizione non è tanto, ma mai come in questo caso vale l'antico detto "chi risparmia, spreca!"

Il secondo tipico errore è quello di pensare di proteggere le esche da vento e pioggia con gli ombrellini. Inizialmente, con un solo ombrellino, vi rendete subito conto come sia impossibile che la pioggia a vento non vi inzuppi pastura e cellulare. Allora passate a due e poi a tre ombrelli. Sembrate uno stabilimento balneare romagnolo il 15 d'Agosto. La soluzione migliore è il tavolo con coperchio, che vi mostrerò più avant

Ricapitolando: i tavoli devono essere spaziosi, con ombrellino per il sole e con coperchio per il vento e la pioggia. Non è più difficile di così. Bastano queste poche informazioni per potersi scegliere, anche da soli, i migliori tavoli in circolazione. Parlo al plurale, perché i tavoli indispensabili ad un feederista sono due.

"ma non basta un solo tavolo? ne servono due? Ma la pesca è troppo costosa!"

Si, Signor Piglianculo. Occorrono due tavoli quando si pesca a feeder 365 giorni l'anno.

Occorrono  quando non vogliamo farci trovare impreparati da qualsiasi condizione meteo.

Occorrono quando vogliamo la minuteria e le esche a portata di mano, senza rischiare di buttare tutt'attorno al paniere attrezzatura sparsa modello "bancarella dei marocchini", con rischio stiramenti per riuscire a prendere tutte le scatolettine sparse (trascurando l'estetica).

Lascio decidere ad ognuno di voi quale sia l'impegno economico che potete o volete permettervi, ma questo non cambia le carte in tavola: quando si pesca tutto l'anno, ci vogliono (minimo) 2 tavoli.

"Mah quali sarebberoh sti due tavoli indispensabilih!!?"

Eccoli, ve li illustro subito, Signor Piglianculo:

Tavolo estivo

E' il tavolo che utilizziamo maggiormente, sia perchè viviamo in Italia, il Paese del Sole e della Pizza, sia perché ci piace poco pescare in condizioni avverse (per lo stesso motivo di cui sopra). Il tavolo deve essere ampio per poter permetterci di tenere a portato di mano almeno 4 bati box, un paio di portaterminali e un contenitore con i pasturatori.

Inoltre sono presenti i buchi per permettere l'aereazione quando utilizziamo (in combinazione) la tendina o l'ombrellino, utilissimi per proteggere esche e minuteria dai raggi diretti del sole. A volte, ma non è una regola ferrea, c'è una gamba supplementare per favorire la stabilità. Con un tavolo e tendina/ombrellino pescate comodamente 8 mesi l'anno.

 

Tavolo invernale

E' il tavolo per il feederista che non impavido, per colui che non si piega alle volontà e alla furia di Madre Natura, ma semplicemente usa la testa e (da buon ominide con pollice opponibile) si adatta.

Ok, abbiamo capito che acquistare 3 ombrelli per proteggere le esche non ha senso, ma siamo costretti ugualmente a mettere "al sicuro" esche e minuterie da vento, pioggia e gelo. La soluzione più indicata è un tavolo in EVA, perciò IMPERMEABILE, e che abbia un coperchio.

Ora, se state pensando che un coperchio sia scomodo perché va aperto e chiuso ad ogni carico del pasturatore, vi vorrei ricordare che in inverno i tempi tra una cattura e l'altra sono abbastanza lunghi, anche 40 minuti, per cui l'operazione si potrebbe ripete circa 10 volte in un'intera pescata (4 ore).

Troppe? Ok, potete pensare di lasciare il coperchio aperto se le condizioni climatiche lo permettono (freddo, ma senza vento e pioggia). Ad ogni modo, un tavolo del genere, una volta abbassato il coperchio, è il posto migliore dove conservare esche e minuterie nel periodo invernale.

E non dimenticate il potere scassaminchia del vento, secondo solo a quello della pioggia a vento. Il vento asciuga le pasture, i pellet e gli inneschi con una velocità tale da far impallidire il buon Flash Gordon. Occhio!

 

Non è più difficile di così: un tavolo per la stagione calda e uno per la stagione fredda. Li potete anche portare entrambi in pesca, e scegliere di usare quello più idoneo alle condizioni climatiche (è vero, non esistono più le mezze stagioni).

Ora, la domanda sorge spontanea: perché avete così tanti dubbi quando dovete acquistare un tavolo da pesca a feeder?

Spetta, ve lo dico io: perché ascoltate tanti galli, e così non si fà mai giorno. Se chiedete "tu come ti ci trovi con quel tavolo?" anche al signor Piglianculo che pesca da 3 giorni scarsi, lui (ovviamente) vi dirà MI CI TROVO BENISSIMO, HO FATTO UN OTTIMO ACQUISTO.

Anche se non è vero, anche se è la prima volta che lo usa. Nessuno (o quasi) è disposto ad ammettere ad un conoscente la verità, tipo: GUARDA, HO ASCOLTATO UN MINCHIONE CHE MI HA RIVENDUTO IL SUO TAVOLO, MA MI SONO FATTO FREGARE PERCHE' E' SCOMODO E NON CI RIESCO A METTERE TUTTO QUELLO CHE MI OCCORRE PERCIO' SE VUOI TE LO REGALO E ME NE COMPRO UNO NUOVO.

Vi capita di sentire cose del genere? Mh, poche volte, vero?

Sono tutti mega minchia super power testeroni di prodotti, anche se ancora non hanno capito la differenza di pescare con il pellet o con la pastura.

Ciò di cui avete bisogno, al di là di due buoni tavoli, è di qualcuno che vi sciolga i nodi (in senso figurato) e non di 100 pareri di inesperti, che basano la loro valutazione principalmente sul loro ego personale. Se continuate a chiedere al primo che passa un parere su un prodotto perchè non volete fare voi la fine del Signor Piglianculo, in realtà state costruendo l'autostrada che vi conduce dritto per dritto nel baratro

Abbiamo visto che la scelta del tavolo laterale è dettata dalle caratteristiche intrinseche (ovviamente) e dalle proprie esigenze. Non mi sembra di avervi detto: IO MI TROVO BENE CON QUESTO, FATE ANCHE VOI COSI', ma vi ho argomentato tecnicamente la scelta.

In realtà, se fosse stata una consulenza personalizzata, vi avrei fatto prima 1000 domande per "studiarvi" e poi, dopo un'analisi attenta, vi avrei sentenziato un 'unica risposta, senza ulteriori scelte.

E' cosi che si consiglia un prodotto ad un cliente. Si parte col capire CHE COSA VUOI FARE, DOVE E COME, E POI...ECCO, TI OCCORRE QUESTO.

Stop! Non ci sono altri modi.

Quanti dei vostri amici si è mai preoccupato di capire di cosa avete bisogno, prima di consigliarvi un prodotto da acquistare?

Dovete circondarvi di persone intelligenti in grado di aiutarvi e non di cazzari che passano la domenica a vantarsi del loro ultimo acquisto e che hanno bisogno della vostra approvazione.

Mi fate questa promessa?

Prodotti correlati

Aluflokk Tavolo Side Tray Aluflokk Tavolo Side Tray 2
    Non disponibile
    Aluflokk Tendina Side Tray... Aluflokk Tendina Side Tray... 2
      Ultimi articoli in magazzino
      Matrix Piatto Laterale Self... Matrix Piatto Laterale Self... 2
        Ultimi articoli in magazzino
        Matrix tavolino laterale...
          Ultimi articoli in magazzino
          Matrix Tavolo extending...
            Ultimi articoli in magazzino
            Matrix tavolo laterale in...
              Ultimi articoli in magazzino
              Matrix tavolo laterale Pro... Matrix tavolo laterale Pro... 2
                Ultimi articoli in magazzino
                Preston Offbox Tavolo con... Preston Offbox Tavolo con... 2
                  Preston Tavolo Stormshield... Preston Tavolo Stormshield... 2
                    Ultimi articoli in magazzino

                    Commenti (0)

                    Nessun commento, commenta per primo!
                    Prodotto aggiunto alla lista dei desideri